Anche se viviamo in condizioni e godiamo di una qualità di vita che i nostri genitori non avrebbero nemmeno immaginato, tutti dobbiamo affrontare gli ostacoli della vita quotidiana, i nostri limiti e le difficoltà inerenti alla condizione. umano. La nostra era caratterizza una società costretta a vivere in modo più aperto e riflessivo, spersonalizzata da varie tecnologie, che ogni giorno affronta rischi e incertezze ed è costituita da forme sociali e culturali che offrono poco contenimento emotivo e stabilità personale, a differenza di I nostri antenati.

Molti sono stati gli autori che sono stati interessati al significato della vita e del nostro lavoro e al significativo effetto che ha sul benessere delle persone, sulla loro capacità di recupero e sulla psicoterapia.

Un autore che ha contribuito in modo significativo ad approfondire l'importanza e il ruolo del significato nell'uomo è Viktor Frankl, uno psichiatra viennese. Frankl nel suo libro "L'uomo alla ricerca del significato" espone la propria esperienza nel campo di concentramento di Auschwitz tra il 1943 e il 1945. Qui si rende conto che avere un senso vitale era stato la causa della sua sopravvivenza nel campagna. Il suo libro, scritto su frammenti di carta raccolti dal campo, gli ha dato un significato vitale e, quindi, un motivo per vivere. Frankl stava cercando modi per dare un senso alla propria sofferenza e alla sofferenza degli altri, concludendo che solo sopravvivendo poteva dare un senso alla sua angoscia. Altri detenuti volevano sopravvivere per diversi motivi: a causa dei loro figli o del partner che li aspettava; essere in grado di dire al mondo ciò che aveva vissuto; anche per vendicarsi. La logoterapia è emersa da questa esperienza, che ci dice che la lotta per trovare un significato nella propria vita costituisce la prima forza motivante dell'uomo.

In altre parole, l'essere umano deve dotare la sua vita personale e lavorativa di significato, dotarla di significato. Il fatto di vivere senza di essa, senza obiettivi, obiettivi, valori e ideali, sembra provocare molti disturbi. Avere un chiaro senso di significato e scopo da soli non può farci uscire dalla depressione, dalla miseria o dall'ansia, ma ci darà La motivazione, l'ottimismo e la forza di cui abbiamo bisogno per prosperare, ed è per questo che è così importante nella nostra vita.

Come possiamo trovare questo senso / significato di cui stiamo parlando? Yalom, nel suo libro "Existential Psychotherapy", descrive attività intrinsecamente soddisfacenti e possono fornire agli esseri umani un senso di scopo vitale. Questi sono alcuni di essi:

  • Altruismo. Rendere il mondo un posto migliore, servire gli altri o fare volontariato sono attività che danno senso alla vita di molte persone. Possiamo vedere l'effetto dell'altruismo sul significato della vita dei malati di cancro nella loro ultima fase. Yalom ha osservato che i pazienti che hanno un profondo senso del significato vivono più pienamente e affrontano la morte con meno disperazione di quelli le cui vite sono insignificanti.
  • Consacrazione a una causa. Esistono molti tipi di cause: la famiglia, lo Stato, una causa politica o religiosa, ecc., Che forniscono significato all'essere umano. Molte cause hanno basi altruistiche, ma altre no. Tuttavia, affinché un'attività abbia un significato è importante che l'individuo sia elevato al di sopra del proprio livello, anche se non è un'attività esplicitamente altruistica.
  • La creatività: il fatto di creare qualcosa di nuovo, originale o bello, costituisce un potente antidoto contro la mancanza di senso vitale. Possiamo vederlo in uno dei musicisti più riconosciuti in tutto il mondo. Beethoven, quando aveva 32 anni, dichiarò chiaramente che solo la sua arte gli impediva di suicidarsi: “C'è poco che mi trattiene dal porre fine alla mia vita. Solo arte. Oh mio! Mi sembra impossibile lasciare questo mondo senza aver realizzato tutto ciò a cui mi sento incline; ecco perché accetto di trascinare questa miserabile esistenza ”. Inoltre, la creatività può anche essere equiparata all'altruismo, nel senso che molti si sforzano di essere creativi per migliorare le condizioni del mondo e scoprire la bellezza non solo per il proprio beneficio, ma anche per offrire piacere agli altri.
  • Realizzazione personale. Un'altra fonte di significato personale è la convinzione che gli esseri umani debbano lottare per la realizzazione e impiegare del tempo per mettere in pratica tutte le loro potenziali qualità. Abbiamo visto questo concetto in teorie come la famosa piramide di Maslow. Questa teoria si basa, principalmente, sulla gerarchia dei bisogni umani. I bisogni più elementari (fisiologici), che sono alla base della piramide, devono essere soddisfatti per far posto a bisogni superiori (protezione, appartenenza, sicurezza, ecc.). L'ultimo passo per Maslow è l'autorealizzazione. Questa sarebbe la motivazione della nostra crescita personale grazie alla quale possiamo trovare un significato nella vita. Maslow lo dice “L'essere umano è costruito in modo tale da lottare per raggiungere un essere sempre più completo; il che significa lottare per ciò che la maggior parte delle persone chiama valori positivi, vale a dire serenità, gentilezza, coraggio, onestà, amore e altruismo ". Viviamo implicitamente per soddisfare la nostra potenziale capacità. Quando la persona è pienamente realizzata, non si preoccupa più di "espressione di sé" e si preoccupa di prendersi cura degli altri o di impegnarsi in obiettivi che trascendono il proprio io.

Maria Jose Ortega

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Invia un commento